Web master, web designer, grafico e consulente per l'e-business
  Home page  
   
 

Ottimo stato di salute per il commercio elettronico italiano
(ANSA) - MILANO, 30 GIU - Un fatturato che nel 2005 ha sfiorato i 3 mil e che nel 2006 superera' la soglia dei 4 mil: e' lo stato del commercio elettronico italiano. 

Negli ultimi tempi si sono avute varie stime sul valore dell'e-commerce in Italia. Dato che nella grande maggioranza dei casi i beni acquistati online richiedono un qualche tipo di confezionamento per essere inviati al cliente, cifre affidabili sul valore del mercato dovrebbero essere quelle fornite dagli operatori del settore degli imballaggi. Anche perché, secondo un sondaggio Abacus, in Italia tre venditori online su quattro aggiungono un confezionamento apposito per i beni venduti via Internet. Perciò Comieco, consorzio di circa 3.600 imprese attive nel recupero e riciclo degli imballaggi a base cellulosica, ritiene le proprie stime particolarmente affidabili: il totale dell'e-commerce italiano B2C nel 2005 ha sfiorato i tre milioni di euro. I settori più attivi sono quelli tradizionali dei viaggi, dei libri e dei prodotti informatici ma anche categorie nuove come l'abbigliamento, gli oggetti per la casa e i prodotti alimentari, questi ultimi vero traino della crescita. Resta invece secondario il peso dell'Italia nell'e-commerce europeo: Gran Bretagna, Germania e Francia generano da sole il 67% del volume delle transazioni. 

 

 

  Staff
 
Archivio notizie Newsletter
 
  Lavori in corso
  Copyright © Ubaldo Spagnoli - 01/01/ 2003